Archivio ottobre 2012

Strumenti per navigare dal Feminist Blog Camp

 

“Il ricevente è anche un iniziatore, sia nel senso di dare origine a
messaggi di ritorno, sia nel senso di avviare dei processi di interpretazione
con un certo grado di autonomia. Il ricevente “agisce”
sull’informazione che gli è disponibile e la usa” (McQuail, 1975)

Siamo state alla seconda edizione del Feminist Blog Camp, che quest’anno è stato ospitato nell’Ex Caserma del Fante di Livorno. Tre giorni di condivisione, seminari, workshop, proiezioni, dibattiti, musica, arte, spettacoli, hacking, confronti sul desiderio e la sessualità, precarietà..
È stata un’esperienza intensa di cui abbiamo scelto di presentarvi una piccola parte, ma che abbiamo trovato preziosa.
Igiene del decostruttore è uno dei workshop che si sono tenuti durante il camp. Obiettivo dichiarato: fornire strumenti per essere lettori critici! Un incontro molto interessante su come leggere i testi dei media in modo critico e imparare a decostruirli individuando le relazioni di potere, le omissioni, gli stereotipi….
Segnaliamo il report dell’incontro pubblicato da Femminismo a Sud insieme ai materiali del workhop.
Buon lavoro a tutt*

http://femminismo-a-sud.noblogs.org/post/2012/10/11/report-dal-fbc2-igiene-del-decostruttore/

Do it yourself!

 

, ,

1 Commento

Sex work is work

Ambrosia è lieta di presentare: “Uguali diritti”, un video prodotto con le sex workers da Indoors.

Indoors è un progetto finanziato dal programma europeo Daphne che coinvolge 8 associazioni in tutta Europa (in Italia è portato avanti dal Comitato per i diritti civili delle prostitute: www.lucciole.org). L’obiettivo di questo progetto è quello di trasmettere un messaggio molto semplice: il lavoro sessuale è un lavoro e perciò i lavoratori e le lavoratrici sessuali dovrebbero avere tutti i diritti che spettano a chi lavora.

Indoors ha prodotto anche un manuale di buone pratiche in materia di prostituzione che analizza 7 città europee, tra le quali anche Genova e Trieste. Lo trovate qui: http://www.autresregards.org/www_old/Indoors/indoors_manual.pdf

Buona visione!

 

, , , ,

Nessun commento

Fille o Garcon? Chi se ne frega

Qualche giorno fa ero al parco giochi con mia figlia dueenne ed ho assistito a questa scena.

Si è unita a delle bambine che stavano giocando fra loro e ad un certo punto una l’ha spinta via con forza.

Mi sono avvicinata e ho chiesto il motivo del gesto.

Mi ha risposto: “Non può giocare con noi perchè LEI è un maschio!”.

Sono rimasta meravigliosamente esterrefatta. Questa frase pronunciata da un esserino così piccolo (tre anni e mezzo circa), aveva in sé tanto di quel significato, che non sapevo da che parte cominciare a sorprendermi.

Ero affascinata.

Dalla sincerità della risposta, dalla crudeltà dell’esclusione, dalla confusione grammaticale.

Ora, quando vesto Sophie per andare al nido, fondamentalmente uso abiti comodi. Quel giorno in particolare indossava pantaloni viola, scarpine rosse e un golfino blu/bianco/rosso. Capelli corti.

Nessun elemento che indicasse inequivocabilmente il suo genere. Eppure qualcosa ha fatto intendere a quella bambina che si trattava di una Lei, benchè apparisse come un maschio.

Il punto dolente rimane nascosto: l’esclusione.

Prosegui la lettura »

Nessun commento