Archivio giugno 2012

Foto di famiglia

Da poco è finita a Milano la settimana della famiglia. E noi ci siamo chieste, che cos’è una famiglia?

Il vocabolario Treccani la definisce così: famìglia s. f. [lat. famĭlia, che (come famŭlus «servitore, domestico», da cui deriva) è voce italica, forse prestito osco, e indicò dapprima l’insieme degli schiavi e dei servi viventi sotto uno stesso tetto, e successivamente la famiglia nel sign. oggi più comune]. –
1.
a. In senso ampio, comunità umana, diversamente caratterizzata nelle varie situazioni storiche e geografiche, ma in genere formata da persone legate fra loro da un rapporto di convivenza, di parentela, di affinità, che costituisce l’elemento fondamentale di ogni società, essendo essa finalizzata, nei suoi processi e nelle sue relazioni, alla perpetuazione della specie mediante la riproduzione (con sign. simile, il termine è spesso esteso anche al mondo animale: una f. di foche, di rondini, ecc.). Sotto l’aspetto antropologico e sociologico, la famiglia si definisce come gruppo sociale caratterizzato dalla residenza comune, dalla cooperazione economica, e dalla riproduzione […].

E prosegue: 4. estens. e fig.
a. Gruppo o comunità di persone che hanno tra loro vincoli o rapporti di affinità, anche ideale, o che sono associate da interessi o finalità comuni, o che svolgono socialmente determinate attività politiche, economiche, religiose, ecc.: Vidi ’l maestro di color che sanno Seder tra filosofica f. (Dante), in mezzo a un gruppo di filosofi.

Ecco, se la famiglia costituisce l’elemento fondamentale di ogni società, noi vogliamo sentirci libere di immaginare e costruire la famiglia che più ci piace, per immaginare e costruire la società che vorremmo.

E, contro ogni stereotipo, crediamo che il significato più vero del termine famiglia sia quello che la Treccani riporta come figurato: “persone che hanno tra loro vincoli o rapporti di affinità, anche ideali”. Perciò la famiglia sono mamme, papà, bambini, nonni e zie, ma anche amici, amiche e compagni di strada con cui dividiamo le nostre vite, con cui ridiamo, litighiamo, ci abbracciamo, corriamo, piangiamo a prescindere da qualsiasi contratto.

E per questo sabato 9 giugno, a Zam, abbiamo inizato a scattare delle foto di famiglia (che trovate qui : http://www.flickr.com/photos/ambrosia_milano/sets/72157630101762940/). Abbiamo messo in scena la più classica delle situazioni (un divano!) per ritrarre tutte le famiglie che abbiamo incontrato. E continueremo a farlo.

Grazie a tutti quelli che si sono fatti fotografare e grazie a Strasse (www.casastrasse.org) che ci ha ospitato nella sua splendida serata!

1 Commento

“Sessismo democratico”- 16 giugno presentazione a PianoTerra

Le donne sono, finalmente, presenti sulla scena pubblica, nei discorsi e nei dibattiti, ma spesso solo come vittime, come oggetti di studio e di pietas, come pretesti e come terreno di scontro.

Il 22 febbraio è uscito un libro che parla proprio di questo e che si interroga sul “sessismo democratico” che pervade la nostra società: un sessismo non immediatamente riconoscibile ma che continua ad oggettivare le donne.

Per discutere di questa forma di sessismo strisciante e di molto altro, il 16 giugno a PianoTerra (via Confalonieri 3) presentiamo:

 

 

 

Sessismo democratico

L’uso strumentale delle donne nel neoliberismo

A cura di Anna Simone

 Mimesis Edizioni,  Collana Eterotopie pp. 222, 16 euro

Il libro raccoglie saggi di  Lorella Cedroni, Sara Fariello, Stefania Ferraro, Michela Fusaschi, Elisa Giomi, Marzia Mauriello, Rosa Parisi, Caterina Peroni, Leandro Sgueglia, Alessandra M. Straniero.

Ne discuteremo, tra un bicchiere di vino e una focaccina, con Caterina Peroni e con chi vorrà partecipare.

1 Commento